Numero 35 - 2011

Riassunto

Un articolo riferisce alla confraternità dei penitenti di Mentone (i numeri 15 e 16 trattavano delle due confraternità monegasche). Ed un’altro tratta della storia del festivale internazionale del circo per 36 anni. Gli altri studi affrontano il matrimonio del principe Onorato III, la costituzione di 1911, e i differenti aspetti del palazzo tramite delle foto (XIX).

Tutti i testi sono in francese.

 

.

Dettaglio
LE CONFRATERNITÀ DI PENITENTI DI MENTONE E LE LORO CAPELLE

Articolo della Numero 35 - 2011 - LE CONFRATERNITÀ DI PENITENTI DI MENTONE E LE LORO CAPELLE

Dopo aver studiato le confraternità di penitenti bianchi e neri, e l’archiconfraternità di Monaco (Annales Monégasques 15, 16 e 28), l’autore s’interessa alle confraternità di Mentone. Infatti, prima del 1861, Mentone fà parte del principato e dunque condivide una storia religiosa comune.

Testo in francese

LE CONFRATERNITÀ DI PENITENTI DI MENTONE E LE LORO CAPELLE - 2011

Louis BAUDOIN
Sommario

Après s’être penché que les confréries de pénitents blancs et noirs, puis sur l’archiconfrérie de Monaco (cf. les Annales Monégasques 15, 16 et 28), l’auteur s’intéresse à leurs homologues mentonnais. En effet, jusqu’à 1861 et sa sécession à la France, Menton fait partie de la principauté de Monaco et participe donc a une histoire religieuse commune.

MATRIMONIO PRINCIPESCO. ONORATO III E MARIA CATERINA DE BRIGNOLE SALE

Articolo della Numero 35 - 2011 - MATRIMONIO PRINCIPESCO. ONORATO III E MARIA CATERINA DE BRIGNOLE SALE

Questo articolo presenta la storia esauriente di quel matrimonio, dalle trattative alla cerimonia stessa. Tre motivi rendono questa unione particolarmente importante : la nazionalità della sposa (Genovese e non più Francese), il periodo nel quale si svolse (ultimo matrimonio prima della Rivoluzione francese) e i caratteri forti degli sposi.

Testo in francese

MATRIMONIO PRINCIPESCO. ONORATO III E MARIA CATERINA DE BRIGNOLE SALE - 2011

Claude-Aline ENCENAS
Sommario

Cet article présente une vision exhaustive du thème en commençant par l’analyse des pourparlers qui ont lieu en vue du mariage du prince de Monaco. Avant même leur union, Honoré III et Marie-Catherine de Brignole sont entourés d’un halo de soufre… Puis viennent les préparatifs et les cérémonies en elles-mêmes, détaillées par le menu. Cet hyménée revêt un caractère d’importance, puisque la mariée est génoise et non française, et que ce mariage est le dernier avant la Révolution française.

COME MAI IL PRINCIPATO È DIVENTATO UNO STATO COSTITUZIONALE?

Articolo della Numero 35 - 2011 - COME MAI IL PRINCIPATO È DIVENTATO UNO STATO COSTITUZIONALE?

Il principe Alberto I dò una costituzione al suo paese il 5 gennaio 1911. Così trasforma la monarchia assoluta in un sistema costituzionale di diritto moderna. L’autore presenta tutti i dettagli giuridici di quel cambiamento. Perché se certi adeguamenti sono stati fatti dopo 1911, questa costituzione rimane la base fondamentale della politica monegasca.

Testo in francese

COME MAI IL PRINCIPATO È DIVENTATO UNO STATO COSTITUZIONALE? - 2011

Georges GRINDA
Sommario

Le 5 janvier 1911, le prince Albert Ier octroi une Constitution à ses sujets, transformant le régime politique de son pays, jusqu’alors une monarchie absolue, en un système constitutionnel de droit moderne. L’auteur présente tous les détails juridiques d’un changement fondamental. Car si, depuis 1911, des ajustements ont été faits, cette constitution reste la base sur laquelle continue à se construire l’édifice politique monégasque.

IL FESTIVALE INTERNAZIONALE DEL CIRCO Dl MONTE CARLO HÀ GIÀ TRENTASEI ANNI

Articolo della Numero 35 - 2011 - IL FESTIVALE INTERNAZIONALE DEL CIRCO Dl MONTE CARLO HÀ GIÀ TRENTASEI ANNI

Quest’articolo si fà l’echo di quello pubblicato nel numero precedente degli Annales Monégasques. Anno dopo anno, presenta i festivali fino al 2010. Insista anche sull’introduzione di novità inserite in spettacoli sempre più estetici.

Testo in francese

IL FESTIVALE INTERNAZIONALE DEL CIRCO Dl MONTE CARLO HÀ GIÀ TRENTASEI ANNI - 2011

Martine ROUSSEAU-CHATELAIN
Sommario

Cet article fait écho à l’étude figurant dans le numéro précédent. Dans un style différent, il présente les festivals du cirque qui se succèdent, année après année jusqu’en 2010, apportant tous leurs lots d’originalité en fonction des pays qui y sont représentés. Il insiste également sur l’introduction de nouveautés avec des numéros orientés vers un esthétisme plus recherché.

DOCUMENTI D'ARCHIVIO: IL PALAZZO ALLA FINE DEL SECOLO XIX, SECONDO IL FOTOGRAFO WALBURG DE BRAY

Articolo della Numero 35 - 2011 - DOCUMENTI D'ARCHIVIO: IL PALAZZO ALLA FINE DEL SECOLO XIX, SECONDO IL FOTOGRAFO WALBURG DE BRAY

Jean Auguste Théodore de Bray, dit Walburg de Bray, est un photographe connu de son époque. Ses plaques de verre originales, conservées au palais princier, sont ici publiées pour la première fois.

DOCUMENTI D'ARCHIVIO: IL PALAZZO ALLA FINE DEL SECOLO XIX, SECONDO IL FOTOGRAFO WALBURG DE BRAY - 2011

Sommario

Jean Auguste Théodore de Bray, detto Walburg de Bray, è un fotografo conosciuto alla sua epoca. Per la prima volta, le sue lastre fotografiche conservate al palazzo, sono pubblicate per la prima volta.

Testo in francese

Chiudere il dettaglio

Numero 34 - 2010

Riassunto

Terza ed ultima parte del giornale di viaggio del duca di Valentinese. Ci sono anche due articoli di storia contemporanea : il primo è dedicato ad un episodio avvenuto a Monaco durante la seconda guerra mondiale, ed il secondo riferisce agli inizi del Festivale Internazionale del Circo di Monte Carlo, voluto dal principe Ranieri III. Infine, i due altri trattano di una storia più anziana, con la storia del Ordine della Visitazione a Monaco e la spiegazione di documenti d’archivio scritti al secolo XV.

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
L’ORDINE DELLA VISITAZIONE DI SANTA MARIA A MONACO (1663-1793)

Articolo della Numero 34 - 2010 - L’ORDINE DELLA VISITAZIONE DI SANTA MARIA A MONACO (1663-1793)

L’Ordre de la visitation Sainte-Marie est fondé par Saint François de Sales et Sainte Jeanne de Chantal en 1610. Son histoire, de son origine à son démantèlement, illustre celle de la société monégasque des XVIIe et XVIIIe siècles, jusqu’à se fondre en elle. Mais si cet ordre tient une place à part, c’est parce qu’il est très proche des princes et de leurs familles...

L’ORDINE DELLA VISITAZIONE DI SANTA MARIA A MONACO (1663-1793) - 2010

Olivia ANTONI
Sommario

L’Ordine della visitazione di Santa Maria venne fondato nel 1610 da San Francesco di Sales e Santa Giovanna de Chantal. Grazie alla sua storia, è possibile percepire parte di quella della società monegasca degli secoli XVII e XVIII. Ma soprattutto, quel Ordine religiose è particolare perché molto vicino dei principi di Monaco e della loro famiglia...

IL PRINCIPE RANIERI CREA IL FESTIVALE INTERNAZIONALE DEL CIRCO DI MONTE CARLO

Articolo della Numero 34 - 2010 - IL PRINCIPE RANIERI CREA IL FESTIVALE INTERNAZIONALE DEL CIRCO DI MONTE CARLO

Questo articolo, con tante illustrazioni, tratta della storia del Festivale Internazionale del Circo di Montecarlo, oggi conosciuto da tutti. Purtroppo, non era così all’inizio...

Testo in francese

IL PRINCIPE RANIERI CREA IL FESTIVALE INTERNAZIONALE DEL CIRCO DI MONTE CARLO - 2010

Maryse BIANCHERI
Sommario

Abondamment illustré par des images d’archives, cet article revient sur la genèse et l’histoire du Festival International du Cirque de Monte-Carlo, actuellement un rendez-vous incontournable. Mais il n’en a pas toujours été ainsi…

14 DICEMBRE 1943: AFFONDAMENTO DEL NETZTENDER 44 NEL PORTO DI MONACO

Articolo della Numero 34 - 2010 - 14 DICEMBRE 1943: AFFONDAMENTO DEL NETZTENDER 44 NEL PORTO DI MONACO

L’affondamento della nave tedesca Netztender 44 nel porto di Monaco, è un episodio sconosciuto della seconda guerra mondiale nel Principato. Attraverso le testimonanzie contraddittorie, e una ricostituzione molto precisa degli avvenimenti, questo articolo permette di scoprire la città che fù Monaco in un contesto tormentato dove, anche quà, delle personne morirono.

Testo in francese

14 DICEMBRE 1943: AFFONDAMENTO DEL NETZTENDER 44 NEL PORTO DI MONACO - 2010

Christian BURLE/André Z. LABARRERE
Sommario

Le torpillage du Netzender 44 dans le port de Monaco, bateau battant pavillon allemand, est un épisode peu connu de la Seconde Guerre mondiale en Principauté. À travers des témoignages d’époque, qui divergent selon les nationalités des témoins, et une reconstitution minutieuse des événements, cet article permet de se souvenir qu’au cours de cette période sombre, Monaco, réputé havre de paix, connait aussi son lot de victimes civiles.

DOCUMENTI D'ARCHIVIO: INTORNO A GIOVANNI I, SIGNORE DI MONACO (1419-1454)

Articolo della Numero 34 - 2010 - DOCUMENTI D'ARCHIVIO: INTORNO A GIOVANNI I, SIGNORE DI MONACO (1419-1454)

Deux documents, de la plus haute importance historique, font l’objet d’une traduction du latin et sont précédés d’une petite notice explicative. Il s’agit de la donation et de l’investiture féodale, de Jean Grimaldi par le duc de Savoie, des seigneuries de Menton et de Roquebrune (19 décembre 1448). Puis du testament de Jean, « charte fondamentale du droit grimaldien » (5 avril 1454).

DOCUMENTI D'ARCHIVIO: INTORNO A GIOVANNI I, SIGNORE DI MONACO (1419-1454) - 2010

Yves GIRAUDON
Sommario

Due importantissimi documenti, dal punto di vista storico, sono tradotti in latino ed spiegati con un piccolo testo. Si tratta della donazione delle signorie di Mentone e di Roccabruna, fatta dal duca di Savoia il 19 dicembre 1448 a Giovanni Grimaldi. Poi del testamento dello stesso Giovanni, « carta fondamental del diritto dei Grimaldi » (5 aprile 1454).

Testo in francese

GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE TERZA

Articolo della Numero 34 - 2010 - GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE TERZA

In quella ultima parte, Antonio descrive parecchi città, tra le quale Susa, Chambéry, Geneva, Lausana, Basilea, Strasbourg, Manheim, Stuttgart, Munich, Francfort, Mayence, Köln, Utrecht ed Amsterdam. Dopo di che, il duca torna di fretta a Parigi, senza spiegare il perché di questa decisione. Può darsi era la volontà di suo padre ?

Testo in francese

GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE TERZA - 2010

Gustave SAIGE
Sommario

Dans cette troisième et dernière partie, Antoine décrit plusieurs villes, dont Suze, Chambéry, Genève, Lausanne, Bâle, Strasbourg, Manheim, Stuttgart, Munich, Francfort, Mayence, Cologne, Utrecht et Amsterdam. Le duc rentre précipitamment à Paris après cet arrêt, sans qu’une raison particulière ne soit mentionnée. Est-ce un désir de son père trouvant que le périple s’éternise un peu trop à son goût ?

Chiudere il dettaglio

Numero 33 - 2009

Riassunto

Quel numero pubblica le secondi parti degli articoli che trattano di Aurelia Spinola e del viaggio del duca di Valentinese (che diventerà Antonio I). Due altri articoli sono dedicati all’arte, con una corrispondenza musicale e le peregrinazioni di Jean-Baptiste Vignali, pittore monegasco (XVIII). Finalmente, un ultimo sudio riferisce ad un caso piuttosto strano accaduto a Roccabruna (XIX).

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
DOCUMENTI D'ARCHIVIO: UNA CORRISPONDENZA MUSICALE NEL SECOLO XVIII

Articolo della Numero 33 - 2009 - DOCUMENTI D'ARCHIVIO: UNA CORRISPONDENZA MUSICALE NEL SECOLO XVIII

Il principe Antonio I è chiamato « Il principe musicista ». È un vero e proprio amante della musica, suonando col suo orchestra delle partiture francesi ed italiane ; corrisponde anche molto regolarmente con musicisti francesi. Questo articolo dà esempi di lettere scritte a Destouches, Couperin, Pécourt e Rebel.

Testo in francese

DOCUMENTI D'ARCHIVIO: UNA CORRISPONDENZA MUSICALE NEL SECOLO XVIII - 2009

Paule DRUILHE-FAVRE
Sommario

Le prince Antoine Ier est connu comme le « prince musicien ». Sa passion pour la musique est dévorante au point de constituer un orchestre et de faire jouer tous les jours à ses musiciens des partitions tant italiennes que françaises. Toutefois, il n’entretient de correspondance qu’avec des compositeurs du Royaume de France. Cet article se base sur des extraits des missives échangées, en particulier de 1722 à 1731, entre le prince et Destouches, Couperin, Pécourt et Rebel.

MECENATISMO PRINCIPESCO ED AFFERMAZIONE NEL PERIODO DELL'ILLUMINISMO. ONORATO III ED IL PITTORE MONEGASCO GIAMBATTISTA VIGNALI

Articolo della Numero 33 - 2009 - MECENATISMO PRINCIPESCO ED AFFERMAZIONE NEL PERIODO DELL'ILLUMINISMO. ONORATO III ED IL PITTORE MONEGASCO GIAMBATTISTA VIGNALI

Il mecenatismo dei principi di Monaco è esaminato attraverso l’esempio del pittore monegasco Jean-Baptiste Vignali, che studiò grazie alla generosità del principe Onorato III. Fece una bella carriera, in Francia ed in Italia, purtroppo rovinata per colpa della Rivoluzione francese.

MECENATISMO PRINCIPESCO ED AFFERMAZIONE NEL PERIODO DELL'ILLUMINISMO. ONORATO III ED IL PITTORE MONEGASCO GIAMBATTISTA VIGNALI - 2009

Thomas FOUILLERON
Sommario

Le rôle de mécène endossé par les princes de Monaco est souligné en s’appuyant sur l’exemple du peintre monégasque Jean-Baptiste Vignali, qui assura sa formation grâce à la générosité d’Honoré III. Il put construire une carrière enviable, en France et en Italie, gâchée par les aléas de la Révolution française.

IL DESTINO DI AURELIO SPINOLA, UN'ARISTOCRATA DEL SECOLO XVII, CHE VISSE TRA GENOVA, MONACO E LA FRANCIA. SECONDA PARTE

Articolo della Numero 33 - 2009 - IL DESTINO DI AURELIO SPINOLA, UN'ARISTOCRATA DEL SECOLO XVII, CHE VISSE TRA GENOVA, MONACO E LA FRANCIA. SECONDA PARTE

Seconda parte del articolo pubblicato nel n° 32 degli Annales Monégasques.

Testo in francese

IL DESTINO DI AURELIO SPINOLA, UN'ARISTOCRATA DEL SECOLO XVII, CHE VISSE TRA GENOVA, MONACO E LA FRANCIA. SECONDA PARTE - 2009

Raffaella NOERO
Sommario

Deuxième partie de l’article publié dans le numéro précédent au sujet d’Aurelia Spinola, dont l’histoire est relatée par un religieux, Francesco Fluvio Frugoni, qui dépeint également les mœurs de la cour d’Honoré II.

DOCUMENTI D'ARCHIVIO: UN REPERTO DEL "CASO DEL COFANETTO" A ROCCABRUNA (1819)

Articolo della Numero 33 - 2009 - DOCUMENTI D'ARCHIVIO: UN REPERTO DEL "CASO DEL COFANETTO" A ROCCABRUNA (1819)

La storia si svolge nel 1819 nel paesino di Roccabruna, ed è trascritta nei giornali di quel tempo. Anche se fù una « assurda mistificazione » (secondo le parole di Onorato V) provocò delle scenate d’idolatria, ma soprattutto fù percepita come un affronto politico da parte del principe.

Testo in francese

DOCUMENTI D'ARCHIVIO: UN REPERTO DEL "CASO DEL COFANETTO" A ROCCABRUNA (1819) - 2009

Claude PASSET
Sommario

L’histoire, basée sur le merveilleux, se déroule en 1819 dans le village de Roquebrune et défraye la chronique locale à l’époque. Ce qui se révèle être une « absurde mystification » d’après les mots d’Honoré V, provoque tout de même des scènes d’idolâtrie chez les habitants…mais est tout de même perçu comme un affront politique par le prince.

GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE SECONDA

Articolo della Numero 33 - 2009 - GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE SECONDA

In questa seconda parte, Antonio I descrive Roma, Spoletto, Bologna, Modena, Parma, Piacenza, Pavia, Milano, Bergamo, Mantova, Ferrare, Malamocco, Venezia, Padova, Vercelli e Torino (in Savoia a quel tempo). Il terzo ed ultimo articolo è dedicato alle città svizzere e tedesche.

 Testo in francese

GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE SECONDA - 2009

Gustave SAIGE
Sommario
IN MEMORIAM: JEAN-BAPTISTE ROBERT

Articolo della Numero 33 - 2009 - IN MEMORIAM: JEAN-BAPTISTE ROBERT

IN MEMORIAM: JEAN-BAPTISTE ROBERT - 2009

Sommario
Chiudere il dettaglio

Numero 32 - 2008

Riassunto

In quel numero viene pubblicato la prima parte del giornale di viaggio del duca di Valentinese, che diventerà il principe Antonio I. Gli altri articoli sollevano varie tematiche: i Monegaschi e la moneta nei secoli XVII e XVIII ; certe capelle private di Monaco (XVIII-XIX) ; ed infine, la vita di Aurelia Spinola, una aristocrata genovese diventata principessa di Monaco (prima parte).

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
I MONEGASCHI E LA "MONNOYE" (MONETA) NEI SECOLI XVII E XVIII, OPPURE LO SPIRITO E LA MATERIA

Articolo della Numero 32 - 2008 - I MONEGASCHI E LA "MONNOYE" (MONETA) NEI SECOLI XVII E XVIII, OPPURE LO SPIRITO E LA MATERIA

Coniare monete è un diritto politico speciale. Ma quelli che utilizzano queste monete per vivere hanno una visione diversa di quella dei principi, perche le loro preoccupazioni sono altre. Obbligati di sopravivere e di subire un sistema finanziario, ci possiamo chiedere se le monete hanno una simbolica particolare per loro ?

Testo in francese

I MONEGASCHI E LA "MONNOYE" (MONETA) NEI SECOLI XVII E XVIII, OPPURE LO SPIRITO E LA MATERIA - 2008

Olivia ANTONI
Sommario

Si le droit de battre monnaie est, pour les princes, un moyen d’affirmer leur souveraineté, la vision de ceux qui utilisent cette monnaie est sensiblement différente, leurs préoccupations quotidiennes le sont aussi. Pris dans un système financier, contraint de jongler avec celui-ci pour survivre au jour le jour, quelle place pour une symbolique éventuelle dans leur esprit ?

A PROPOSITO DI ALCUNE CAPELLE PRIVATE DI MONACO (SECOLI XVII-XVIII)

Articolo della Numero 32 - 2008 - A PROPOSITO DI ALCUNE CAPELLE PRIVATE DI MONACO (SECOLI XVII-XVIII)

Come altri studi pubblicati negli Annales Monégasques n° 7, 15, 16 e 31, questo articolo tratta la storia di capelle. Quelle di famiglie private, situate nella periferia di Monaco : le capelle dell’Annonciade, di San romano, dell’Immacolata Concezione (sulla Rocca, ai soborghi della Condamina e della Costa), di San Giovanni Battista (al Larvotto), quella della famiglia Gonzalès (ai Bassi Molini) e di San Pietro (al Carniere).

Testo in francese

A PROPOSITO DI ALCUNE CAPELLE PRIVATE DI MONACO (SECOLI XVII-XVIII) - 2008

Louis BAUDOIN
Sommario

Cet article complète d’autres études consacrées à des chapelles, parues dans les Annales Monégasques n° 7, 15, 16 et 31. Il aborde l’histoire de quelques chapelles privées familiales de la banlieue de Monaco, à savoir la chapelle de l’Annonciade, de Saint-Roman, de l’Immaculée-Conception (du Rocher, de La Condamine et de La Costa), de Saint-Jean-Baptiste du Larvotto, de la famille Gonzalès sise aux Bas-Moulins et de Saint-Pierre au Carnier.

IL DESTINO DI AURELIA SPINOLA, UN'ARISTOCRATA DEL SECOLO XVII, CHE VISSE TRA GENOVA, MONACO E LA FRANCIA. PARTE PRIMA

Articolo della Numero 32 - 2008 - IL DESTINO DI AURELIA SPINOLA, UN'ARISTOCRATA DEL SECOLO XVII, CHE VISSE TRA GENOVA, MONACO E LA FRANCIA. PARTE PRIMA

Nel luglio 1641, Aurelia sposa Ercole, figlio del principe Onorato II. Sua vita è epica : uscita dal convento persposarsi, è vedova poco tempo fa, e deve subire i problemi politici della sua nuova famiglia. Conosciamo la sua storia grazie ad un religioso, Francesco Fulvio Frugoni, che descrive anche la corte del principe Onorato II.

 Testo in francese

IL DESTINO DI AURELIA SPINOLA, UN'ARISTOCRATA DEL SECOLO XVII, CHE VISSE TRA GENOVA, MONACO E LA FRANCIA. PARTE PRIMA - 2008

Raffaella NOERO
Sommario

En juillet 1641, Aurelia Spinola épouse Hercule, le fils du prince Honoré II. Fraîchement sortie du couvent pour ses épousailles et devenue veuve très tôt, elle est prise malgré elle dans le tourbillon d’une période aux fortes vicissitudes politiques, avec laquelle elle doit composer sa vie durant. Son histoire est relatée par un religieux, Francesco Fluvio Frugoni qui dépeint également les mœurs de la cour d’Honoré II.

GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE PRIMA

Articolo della Numero 32 - 2008 - GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE PRIMA

Antonio, Duca di Valentinese, futuro pincipe Antonio I, fece un « Grand Tour » come gli altri nobili del suo tempo. Per imparare dal vivo, soggiorna in vari paesi e città. In quel primo articolo, descrive le città più importanti della Riviera fino a Genova, poi Pisa, Lucca, Pistoia, Firenze e Sienna. Seguita del suo viaggio nel numero 33.

Testo in francese

GIORNALE DI VIAGGIO DEL PRINCIPE ANTONIO DI MONACO IN ITALIA ED IN GERMANIA (1679-1680). PARTE PRIMA - 2008

Gustave SAIGE
Sommario

Antoine, duc de Valentinois, futur prince Antoine Ier, entreprend un « Grand Tour » afin de compléter son éducation. Il note ses impressions dans un journal de voyage. Il séjourne dans plusieurs pays et décrit les villes traversées avec plus ou moins de précision. Dans ce premier article, après avoir quitté sa principauté, il s’attache à dépeindre les principales cités de la Riviera jusqu’à Gênes, puis Pise, Lucques, Pistoia, Florence et Sienne. Suite dans le numéro 33.

Chiudere il dettaglio

Numero 31 - 2007

Riassunto

Quel numero comprende due articoli di storia medievale : il primo evoca l’assedio militare di Monaco 500 anni fà ; il secondo è l’ultima parte dello studio iniziato nel numero 29 (fondazione del castello). La religione è trattata tramite la storia delle capelle del palazzo e le tribolazioni dell’arcivescoco François-Honoré Grimaldi. Infine tre altri articoli evocano vari temi : l’insegnamento nei secoli XVIII e XIX, la politica monetaria del principe Luiggi II, la presentazione de l’artista Kees van Dongen.

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
LE CAPELLE DEL PALAZZO PRINCIPESCO E LA PARROCHIA PALATINA

Articolo della Numero 31 - 2007 - LE CAPELLE DEL PALAZZO PRINCIPESCO E LA PARROCHIA PALATINA

Oggi, la capella San Giovanni Battista è l’unica che rimane al palazzo principesco. Prima di ricordare qualle fù la sua storia. Questo articolo fà riferimento agli altri posti consacrati che sono spariti oggi : la capella San Francesco, sopratutto riservata alle signore del palazzo, quelle di San Luiggi di Gonzaga e della Santa Vergine Maria.

Testo in francese

LE CAPELLE DEL PALAZZO PRINCIPESCO E LA PARROCHIA PALATINA - 2007

Louis BAUDOIN
Sommario

Aujourd’hui, il n’y a plus qu’une seule chapelle au palais princier : celle de Saint-Jean-Baptiste. Avant de dérouler longuement l’historique de cette dernière, cet article souligne l’existence d’autres endroits consacrés, à présent disparus : la chapelle Saint François, surtout réservée aux dames du palais, celles de saint-Louis-de-Gonzague et de la Vierge.

LE TRIBULAZIONI DI FRANCESCO ONORATO GRIMALDI, ARCIVESCOVO DI BESANZONE (1669-1748)

Articolo della Numero 31 - 2007 - LE TRIBULAZIONI DI FRANCESCO ONORATO GRIMALDI, ARCIVESCOVO DI BESANZONE (1669-1748)

François-Honoré Grimaldi est le frère du prince Antoine Ier de Monaco. Cet article relate les drames de l’étiquette et les soucis pécuniaires qui entravent sa « carrière » ecclésiastique. Il se base sur la correspondance qu’il entretient avec son frère et que ce dernier échange avec le gouvernement de l’époque. Plus qu’anecdotiques, ces préoccupations sont en fait fondamentales, car elles constituent le creuset social auquel appartiennent les Grimaldi.

LE TRIBULAZIONI DI FRANCESCO ONORATO GRIMALDI, ARCIVESCOVO DI BESANZONE (1669-1748) - 2007

Henri BON
Sommario

François-Honoré Grimaldi è il fratello di Antonio I, principe di Monaco. Questo articolo riassume la sua vita, tra gli obblighi dell’etichetta e i problemi di denari che debbe risolvere durante la sua « carriera » ecclesiastica. Si basa sulla corrispondenza scritta al suo fratello e su quella che quest’ultimo ebbe col governo francese. Grazie alle sue preoccupazioni, è possibile capire la società alla qualle appartenevano i Grimaldi del settecento.

Testo in francese

LA POLITICA MONETARIA DEL PRINCIPE LUIGGI II DI MONACO

Articolo della Numero 31 - 2007 - LA POLITICA MONETARIA DEL PRINCIPE LUIGGI II DI MONACO

Se il diritto di coniare monete è un modo che serve ad affirmare la sovranità politica, l’uso che ne fece il principe Luiggi II fù simbolico, perché il suo periodo (seconda guerra mondiale) fù particolarmente difficile.

Testo in francese

LA POLITICA MONETARIA DEL PRINCIPE LUIGGI II DI MONACO - 2007

Christian CHARLET et Jean-Louis CHARLET
Sommario

Si le droit de battre monnaie est l’une des formes d’expression de la souveraineté politique, son utilisation par le prince Louis II, durant les temps troublés de la Seconde Guerre mondiale, revêt une dimension symbolique plus forte que jamais, à laquelle ce prince a judicieusement recours.

L’INSEGNAMENTO SCOLASTICO NEL PRINCIPATO DI MONACO (SECOLI XVII-XVIII)

Articolo della Numero 31 - 2007 - L’INSEGNAMENTO SCOLASTICO NEL PRINCIPATO DI MONACO (SECOLI XVII-XVIII)

La costituzione prevede un insegnamento scolastico dal 1911, ma ufficiosamente, esiste prima. Ad ogni epoca, questo articolo presenta qual fù l’apprendimento della lettura, della scrittura, e delle materie fondamentali, impartito da religiosi principalmente. Presenta anche la storia di ogni scuola di Monaco.

Testo in francese

 

L’INSEGNAMENTO SCOLASTICO NEL PRINCIPATO DI MONACO (SECOLI XVII-XVIII) - 2007

Alexandre GRABOY-GROBESCO
Sommario

Si l’enseignement laïc n’est instauré officiellement qu’en 1911 dans le cadre d’une Organisation Constitutionnelle décidée par le prince Albert Ier, il existe bien avant. Cet article présente, pour chaque époque, ce qu’a été l’apprentissage de la lecture, de l’écriture et des matières fondamentales, essentiellement dispensées par des religieux. Les bâtiments des écoles actuelles sont dès lors perçus différemment, à l’aune de leurs histoires.

500 ANNI FÀ, L'ASSEDIO DI MONACO: L'INDIPENDENZA FORTUNATAMENTE CONSERVATA

Articolo della Numero 31 - 2007 - 500 ANNI FÀ, L'ASSEDIO DI MONACO: L'INDIPENDENZA FORTUNATAMENTE CONSERVATA

I rapporti tra la signoria di Monaco e la repubblica di Genova hanno spesso cambiato nel tempo, perché l’indipendenza della prima implica l’accetazione della seconda. L’assedio di Monaco del 1506-1507 è un episodio militare e politico che si capisce meglio dopo le spiegazioni date dall’autore.

Testo in francese

500 ANNI FÀ, L'ASSEDIO DI MONACO: L'INDIPENDENZA FORTUNATAMENTE CONSERVATA - 2007

Inès IGIER-PASSET
Sommario

Les rapports entretenus par la seigneurie de Monaco et de la République de Gênes sont à géométrie variable, puisque l’indépendance de la première passe par l’acceptation forcée de la seconde. Le siège de la ville de Monaco en 1506-1507 en est un des épisodes, que l’auteur nous raconte par le menu en dépeignant le contexte politique, régional et international, de l’époque.

INTORNO ALLA FONDAZIONE DEL CASTELLO DI MONACO NEL 1215 (PARTE SECONDA: 1215-1297)

Articolo della Numero 31 - 2007 - INTORNO ALLA FONDAZIONE DEL CASTELLO DI MONACO NEL 1215 (PARTE SECONDA: 1215-1297)

Seguita dell’articolo pubblicato negli Annales Monégasques n° 29. Un approccio differente della fondazione del castello di Monaco.

Testo in francese

INTORNO ALLA FONDAZIONE DEL CASTELLO DI MONACO NEL 1215 (PARTE SECONDA: 1215-1297) - 2007

Claude Passet
Sommario

Suite de l’article paru dans les Annales Monégasques n° 29. Cet article s’essaye à apporter un nouvel éclairage sur la fondation du château de Monaco.

DA ROTTERDAM A MONACO: L'ITINERARIO DI UN PITTORE STRAVAGANTE. KEES VAN DONGEN (1877-1968)

Articolo della Numero 31 - 2007 - DA ROTTERDAM A MONACO: L'ITINERARIO DI UN PITTORE STRAVAGANTE. KEES VAN DONGEN (1877-1968)

Nato nella periferia di Rotterdam, Kees van Dongen soggiorna a Parigi, poi viene vivere a Monaco. Morto nel 1968, non le fù reso omaggio, per colpa degli eventi politici, ma lo fà quel articolo: il pittore è meglio conosciuto, in particolare grazie ad un intervista della sua ultima sposa.

Testo in francese

DA ROTTERDAM A MONACO: L'ITINERARIO DI UN PITTORE STRAVAGANTE. KEES VAN DONGEN (1877-1968) - 2007

Martine ROUSSEAU-CHATELAIN
Sommario

Né dans la banlieue de Rotterdam, Kees van Dongen ne s’installe à Monaco qu’en 1949, après avoir séjourné plusieurs années à Paris. Décédé en 1968, sa mort passe inaperçue à cause des événements politiques de l’époque. Cet article revient sur ce peintre original et talentueux, notamment à travers une interview inédite de sa dernière.

Chiudere il dettaglio

Numero 30 - 2006

Riassunto

Quasi tutti i temi ed i secoli sono studiati in quel numero. Uno studio medievale tratta di Giovanni Grimaldi, figlio del sigore Lamberto (secolo XV) ; un altro prova a capire quale fù il quotidiano dei militari francesi della guarniggione di Monaco (secoli XVII-XVIII) ; un ultimo evoca il vitto e alloggio a Monaco nel secolo XIX. Infine, la litteratura è sottolineata grazie al principe Florestan I, eroe involontario di Sacha Guitry ; ed un articolo è consacrato alla fotografia con Hercule Florence, monegasco oggi dimenticato, che participò attivamente alla sua scoperta.

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
SE MONACO MI FOSSE RACCONTATO… IL PRINCIPE FLORESTAN I (1785-1856), EROE DI UNA COMMEDIA MUSICALE FIRMATA DA SACHA GUITRY. VITA REALE, VITA TRASFIGURATA

Articolo della Numero 30 - 2006 - SE MONACO MI FOSSE RACCONTATO… IL PRINCIPE FLORESTAN I (1785-1856), EROE DI UNA COMMEDIA MUSICALE FIRMATA DA SACHA GUITRY. VITA REALE, VITA TRASFIG...

Sacha Guitry fece del principe Florestan I, el eroe di un’operetta. Forse perche rappresenta un principato che, ha la riputazione di essere lui stesso un’operetta ? Perche quel sovrano è conosciuto per esser stato un amante del teatro ? Dove finisce la leggenda e dove incomincia la realtà ? L’autore di questo articolo legge l’opera di Sacha Guitry basandosi sulla verità storica.

Testo in francese

SE MONACO MI FOSSE RACCONTATO… IL PRINCIPE FLORESTAN I (1785-1856), EROE DI UNA COMMEDIA MUSICALE FIRMATA DA SACHA GUITRY. VITA REALE, VITA TRASFIGURATA - 2006

Thomas FOUILLERON
Sommario

Sacha Guitry a fait du prince Florestan Ier le héros d’une opérette. Peut-être parce qu’il représente une principauté qui a la réputation d’être elle-même une opérette ? Peut-être parce que ce souverain est connu pour avoir été féru de théâtre ? Où s’arrête la légende et où commence la réalité ? L’auteur de l’article relit l’œuvre de Sacha Guitry en la confrontant à la vérité historique, soulignant son rôle de « convoyeur de lieux communs désormais classiques ».

VITTO ED ALLOGGIO A MONACO NEL SECOLO XIX

Articolo della Numero 30 - 2006 - VITTO ED ALLOGGIO A MONACO NEL SECOLO XIX

L’attività alberghiera nel principato inizia nel secolo XVII; ma si sviluppa realmente nella seconda parte del XIX, quando i mezzi stradali, particolarmente il treno, si migliorano. Si moltiplicano sulla Rocca, ma sopratutto nella nuova città di Monte Carlo, immaginata dal principe Carlo III. Infatti, il casinò che viene ivi costruito, attrae tante persone che hanno bisogno di alloggiarsi.

Testo in francese

VITTO ED ALLOGGIO A MONACO NEL SECOLO XIX - 2006

Thérèse GHIZZI / Robert FILLON
Sommario

L’hôtellerie en principauté remonte au XVIIe siècle ; mais son développement ne se fait que dans la seconde moitié du XIXe, lorsque les moyens terrestres, en particulier avec le train, et maritimes s’améliorèrent. Déjà, ils se multiplient sur le Rocher. Mais c’est la ville nouvelle de Monte-Carlo, voulue par Charles III, que la Société des Bains de Mer s’emploie dès lors à doter d’un confort d’autant plus attractif qu’un casino s’y installe définitivement.

GIOVANNI GRIMALDI, DICIOTTO ANNI, PORTAVOCE DEL SUO PADRE LAMBERT, PRESSO IL RE CARLO VIII. MAGGIO 1486

Articolo della Numero 30 - 2006 - GIOVANNI GRIMALDI, DICIOTTO ANNI, PORTAVOCE DEL SUO PADRE LAMBERT, PRESSO IL RE CARLO VIII. MAGGIO 1486

Quando Giovanni Grimaldi si rende alla corte di Francia per sposarsi con Antoinette di Savoia, deve anche essere il portavoce di suo padre, per risolvere dei problemi molto difficili per un ragazzo di 18 anni. Questo articolo ci fà scoprire Monaco al tempo in cui doveva lottare contro la Savoia e altre signorie, per difendere il suo proprio territorio.

Testo in francese

GIOVANNI GRIMALDI, DICIOTTO ANNI, PORTAVOCE DEL SUO PADRE LAMBERT, PRESSO IL RE CARLO VIII. MAGGIO 1486 - 2006

Inès IGIER-PASSET
Sommario

nÀ l’occasion de son mariage avec Antoinette de Savoie, Jean Grimaldi, qui se rend à la Cour de France pour la rencontrer, est sollicité par son père pour mener à bien certaines requêtes, au demeurant fort délicate pour un jeune homme de 18 ans. Cet article est prétexte à se replonger dans l’univers médiéval, où la seigneurie de Monaco doit lutter contre son voisin savoyard et d’autres seigneuries qui lui disputent son territoire.

DA MONACO AL BRASILE: ERCOLE FLORENCE, VIAGGIATORE DIMENTICATO

Articolo della Numero 30 - 2006 - DA MONACO AL BRASILE: ERCOLE FLORENCE, VIAGGIATORE DIMENTICATO

Ercole Florence nasce a Nizza, nel 1804, di madre monegasca. Perché è un viaggiatore nato, va in Brasile vinti anni dopo : diventa allora disegnatore per una spedizione scientifica. Inventore geniale, è interessato dalla zoofonia, la poligrafia, ma sopratutto dalla fotografia: scopre il suo principio nel agosto 1833. Peraltro, anche se la posterità ha dimenticato il suo cognome, è il primo ad usare questa parola.

Testo in francese

DA MONACO AL BRASILE: ERCOLE FLORENCE, VIAGGIATORE DIMENTICATO - 2006

William LURET
Sommario

Hercule Florence nait en 1804, à Nice, de mère monégasque. Assoiffé de grands espaces et de découvertes, il migre, vingt ans plus tard, au Brésil, où il devient dessinateur d’une expédition scientifique. Mais son histoire est d’autant plus intéressante qu’il se révèle un inventeur de génie : zoophonie, polygraphie, mais surtout, il met au point, en août 1833, le principe fondateur de la photographie. D’ailleurs, même si son nom n’a pas été retenu par la postérité, il est le premier à employer ce mot.

CITTÀ DI GUARNIGGIONE: CITTÀ D'INTEGRAZIONE? I MILITARI E MONACO NEI SECOLI XVII E XVIII

Articolo della Numero 30 - 2006 - CITTÀ DI GUARNIGGIONE: CITTÀ D'INTEGRAZIONE? I MILITARI E MONACO NEI SECOLI XVII E XVIII

Questo articolo s’interessa ai militari francesi che hanno rimpiazzato nel 1641 gli spagnoli, che erano nel principato dà 1605. I loro contributi son numerosi (rinnovo della popolazione grazie a dei matrimoni, forza di lavoro, traffico di cibo che approfitta anche ai civili). Ma quella coabitazione è anche all’origine di risse e altri problemi. In quel caso, è possibile parlare d’integrazione ?

Testo in francese

CITTÀ DI GUARNIGGIONE: CITTÀ D'INTEGRAZIONE? I MILITARI E MONACO NEI SECOLI XVII E XVIII - 2006

Olivia NOAT-ANTONI
Sommario

Si Monaco est une ville de garnison à partir de 1605, cet article se concentre sur les militaires français qui remplacent les espagnols après 1641. Ils apportent du sang neuf à la population locale, offrent à certains civils une force de travail supplémentaire, les font bénéficier de leur propre personnel de santé, et sont également à l’origine d’un trafic de denrées profitable à tous. Mais cette cohabitation est également source de rixes et autres tracas. Dans ce cas, peut-on parler d’intégration ?

Chiudere il dettaglio

Numero 29 - 2005

Riassunto

La storia medievale è presente in due articoli : quello della storia della fondazione del castello di Monaco nel 1215 (prima parte) e quello che ritracce un episodio della vita di Carlo Grimaldi nel secolo XIV. Dopo, tre studi concernano il XIX. Il primo tratta del quartiere dei Molini; il secondo concerne lo scrittore Guillaume Apollinaire e finalmente, il terzo evoca i palazzi della Belle Époque di Monte Carlo. Finalmente, questo numero contiene ancora una traduzione in monegasco rarissima, quella delle Lettres de mon Moulin (Lettere dal mio mulino) dello scrittore Alphonse Daudet. Un CD accompagna la versione cartacea.

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
IL QUARTIERE DEI MOLINI, TRA 1800 E 1815

Articolo della Numero 29 - 2005 - IL QUARTIERE DEI MOLINI, TRA 1800 E 1815

Oggi, il quartiere dei Moulins è costituito da negozi lussuosi, ma il suo nome rispecchia la sua storia. Infatti, questo articolo si basa su carte, disegni, piani e fotografie, per farci capire la natura industriale e la popolazione di questa zona, che accolse parecchi molini (a farina ed a oglio), dal XIII alla prima parte del secolo XX.

Testo in francese

IL QUARTIERE DEI MOLINI, TRA 1800 E 1815 - 2005

Thérèse GHIZZI / Robert FILLON
Sommario

De nos jours, le quartier des Moulins est constitué de boutiques luxueuses, mais son nom porte en lui son histoire. En s’appuyant sur des cartes, dessins, plans et photographies, cet article revient sur celle de cette zone industrielle et de sa population, qui a accueilli de nombreux moulins (à farine et à huile), depuis le XIIIe siècle jusqu’à la moitié du XXe siècle.

FEBBRAIO 1338: CARLO GRIMALDI ENTRA NELL'ESERCITO DEL RE DI FRANCIA

Articolo della Numero 29 - 2005 - FEBBRAIO 1338: CARLO GRIMALDI ENTRA NELL'ESERCITO DEL RE DI FRANCIA

Carlo Grimaldi è il figlio di Ranieri, amiraglio di Francia, che ha guadagnato per quel paese, la prestigiosa battaglia di Zierikzee. Fino al 1341, Carlo è al servizio della Francia come il suo padre lo era prima di lui. Grazie a questo impegno, guadagna gloria e denari, che permettono di intraprendere grandi lavori sulle fortificazioni della sua « Rocca » di Monaco.

Testo in francese

FEBBRAIO 1338: CARLO GRIMALDI ENTRA NELL'ESERCITO DEL RE DI FRANCIA - 2005

Inès IGIER-PASSET
Sommario

Charles Grimaldi est le fils de Rainier, amiral de France, qui a remporté pour ce pays la prestigieuse victoire de Zierikzee. Jusqu’en 1341, Charles continue l’engagement de son père en se battant aux côtés du roi de France Philippe VI. De ses combats, il retire gloire mais surtout subsides, qui lui permettent d’entreprendre de notables travaux de fortifications autour de son Rocher monégasque.

INTORNO ALLA FONDAZIONE DEL CASTELLO DI MONACO NEL 1215. UN NECESSARIO RITORNO ALLE FONTE DOCUMENTARIE (PARTE PRIMA)

Articolo della Numero 29 - 2005 - INTORNO ALLA FONDAZIONE DEL CASTELLO DI MONACO NEL 1215. UN NECESSARIO RITORNO ALLE FONTE DOCUMENTARIE (PARTE PRIMA)

Questo articolo fà un punto sulle fonti esistente e attualmente conosciute ; ma le restituisce con esattezza. Grazie a questa precisione, e al aggiunta delle ultime novità della ricerca storica, Questo articolo è fondamentale per capire la fondazione del castello di Monaco. Si veda la seconda parte nel n° 31 degli Annales Monégasques.

Testo in francese

INTORNO ALLA FONDAZIONE DEL CASTELLO DI MONACO NEL 1215. UN NECESSARIO RITORNO ALLE FONTE DOCUMENTARIE (PARTE PRIMA) - 2005

Claude PASSET
Sommario

Cet article passe en revue les textes utilisés jusqu’à présent mais, s’attachant à ne pas les trahir, il restitue scrupuleusement leurs messages parfois trop souvent édulcorés. De plus, en les enrichissant de documents plus récents et des derniers acquis de la recherche historique, il permet d’apporter un nouvel éclairage sur la fondation du château de Monaco. Voir la deuxième partie de cette étude dans le n° 31.

GUILLAUME APOLLINAIRE: RICORDI D'INFANZIA A BEAUSOLEIL

Articolo della Numero 29 - 2005 - GUILLAUME APOLLINAIRE: RICORDI D'INFANZIA A BEAUSOLEIL

Guillaume Apollinaire vive parecchi anni a Monaco, dove è pensionante al collegio Saint-Charles. Scrive i suoi ricordi in un libro, La vie anecdotique (La vita anedottica), nel quale ritrae vari contemporanei, conosciuti e meno conosciuti. Tra i quali, un certo Adrien Blandignère, un personaggio originale che prova a vivere scrivendo. Basandosi su delle preziose fotografie prese a quel tempo, questo articolo ci dà l’opportunità di immergerci nel quartiere del Carnieri di Beausoleil.

Testo in francese

GUILLAUME APOLLINAIRE: RICORDI D'INFANZIA A BEAUSOLEIL - 2005

Martine ROUSSEAU-CHATELAIN
Sommario

Guillaume Apollinaire vit plusieurs années à Monaco, où il est pensionnaire au collège Saint-Charles. Il note ses souvenirs dans un recueil, La vie anecdotique, où il croque plusieurs personnages contemporains, connus et moins connus. Parmi ceux-ci, un certain Adrien Blandignère, un original qui tente de vivre de sa plume. L’occasion de se replonger dans le quartier du Carnieri de Beausoleil à la fin du XIXe siècle, à l’aide de précieuses photographies d’époque.

I PALAZZI BELLE ÉPOQUE A MONTE CARLO

Articolo della Numero 29 - 2005 - I PALAZZI BELLE ÉPOQUE A MONTE CARLO

I palazzi di Monaco hanno delle carateristiche specifiche, ma tutti si sono sviluppati dopo il 1861, nel periodo nel cui il principe Carlo III decise di ristrutturare il suo stato dopo le secessioni delle città di Mentone e Roquebrune. L’autore si basa su numerose fotografie per illustrare il suo proposito.

Testo in francese

I PALAZZI BELLE ÉPOQUE A MONTE CARLO - 2005

Michel STEVE
Sommario

Les villas monégasques possèdent des caractéristiques architecturales qui leur sont propres, mais elles ont toutes pour point commun de s’être développées après 1861, période à laquelle le prince Charles III décide de remodeler son État à la suite des cessions des villes de Menton et Roquebrune. De nombreuses photographies illustrent les propos de l’auteur.

ALPHONSE DAUDET. LETTERE DAL MIO MULINO. VERSIONE IN MONEGASCO DAL CANONICO GIORGIO FRANZI

Articolo della Numero 29 - 2005 - ALPHONSE DAUDET. LETTERE DAL MIO MULINO. VERSIONE IN MONEGASCO DAL CANONICO GIORGIO FRANZI

Georges Franzi era un vero amante della Provenza. Tradusse solo qualche lettere pubblicate da Alphonse Daudet tra 1866 e 1868. Si trovano in quel numero degli Annales, con un CD nel quale sono dette in monegasca.

Testo in francese

ALPHONSE DAUDET. LETTERE DAL MIO MULINO. VERSIONE IN MONEGASCO DAL CANONICO GIORGIO FRANZI - 2005

René STEFANELLI
Sommario

Seules quelques-unes des lettres publiées par Alphonse Daudet, entre 1866 et 1868, ont été traduites par le Chanoine Georges Franzi, véritable amoureux de la Provence. Elles sont publiées ici. La version papier du numéro est accompagnée de trois CD dans lesquels ces lettres sont lues dans la langue monégasque.

Chiudere il dettaglio

Numero 28 - 2004

Riassunto

Anche quel numero contiene degli articoli diversi. Uno studio è dedicato alla storia dell’arciconfraternità nel XIX. Come nel n° 22, un altro tratta dell’espulsione dei soldati spagnoli dalla fortezza di Monaco. Lo sviluppo sportivo ed una figura importante delle principesse di Monaco, Louise-Félicité-Victoire d’Aumont, sono studiati in due articoli. Infine, uno studio atipico lega storia e geografia.

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
L’ARCICONFRATERNITÀ DELLA MISERICORDIA DI MONACO

Articolo della Numero 28 - 2004 - L’ARCICONFRATERNITÀ DELLA MISERICORDIA DI MONACO

Questo articolo è la seguita degli articoli dello stesso autore, pubblicati nei numeri 15 e 16 degli Annales Monégasques, il cui tema era le confraternità di penitenti bianchi e neri. Dopo la Rivoluzione francese, anche se il popolo non lo voleva, le due confraternità furono sciolte. È solo nel 1813 che si fondessero in una unica confraternità. La storia di quel simbolo delle tradizioni monegasche è raccontata fino al 1958.

Testo in francese

L’ARCICONFRATERNITÀ DELLA MISERICORDIA DI MONACO - 2004

Louis BAUDOIN
Sommario

Cet article est la continuation des articles du même auteur, parus dans les n° 15 et 16 des Annales Monégasques, portant sur les confréries des pénitents blancs et sur leurs confrères pénitents noirs. Après la Révolution française, et malgré les protestations populaires, les deux confréries ont été dissoutes. Ce n’est qu’en 1813 qu’elles ont fusionné en une seule archiconfrérie. Véritable témoin de l’attachement des Monégasques à leurs traditions, voici son histoire jusqu’en 1958.

IL MANIFESTO DI ONORATO II DOPO L'ESPULSIONE DELLA GUARNIGGIONE SPAGNOLA DI MONACO. 18 NOVEMBRE 1641

Articolo della Numero 28 - 2004 - IL MANIFESTO DI ONORATO II DOPO L'ESPULSIONE DELLA GUARNIGGIONE SPAGNOLA DI MONACO. 18 NOVEMBRE 1641

Quel Manifesto è scritto dopo l’espulsione degli Spagnoli fatta dal principe Onorato II con l’aiuto di certi soggetti suoi. Il libro, pubblicato in extenso, è spiegato nei minimi particolari. Segue una copia della lettera scritta dal principe al conte de Siruela per restituire il vello d’oro.

Testo in francese

IL MANIFESTO DI ONORATO II DOPO L'ESPULSIONE DELLA GUARNIGGIONE SPAGNOLA DI MONACO. 18 NOVEMBRE 1641 - 2004

Franck BIANCHERI
Sommario

Ce « Manifeste » est écrit après l’expulsion des Espagnols par le prince Honoré II, aidé de plusieurs de ses sujets. Le texte, livré in extenso, est abondamment annoté, et narre cet épisode au mieux. Il est suivi d’une copie de la lettre écrite par le prince au comte de Siruela, concernant la restitution de sa toison d’or.

"ONORE E PERSEVERANZA". LO SVILUPPO DELLO SPORT NEL PRINCIPATO DI MONACO

Articolo della Numero 28 - 2004 - "ONORE E PERSEVERANZA". LO SVILUPPO DELLO SPORT NEL PRINCIPATO DI MONACO

Questo articolo ha per tema gli sport praticati a Monaco dal 1860, come i giocchi aquatici, quelli di palla e pallone, le gare automobilistiche e di atletica, la ginnastica, il pugilato, la scherma, il tiro e la bicicletta. Grazie agli atleti, radunati nell’associazione l’« Herculis », futura « ASM », il principato diventa un centro internazionale famoso nel mondo dello sport.

Testo in francese

"ONORE E PERSEVERANZA". LO SVILUPPO DELLO SPORT NEL PRINCIPATO DI MONACO - 2004

Claude-Aline ENCENAS
Sommario

Cette étude porte sur les sports pratiqués à Monaco depuis 1860, tels les jeux aquatiques, de balle et de ballon, les compétitions automobiles, la gymnastique, l’athlétisme, la boxe, l’escrime, le tir, et le vélo. Leur pratique assidue, soutenue par l’« Herculis », future « ASM », transforme progressivement la principauté en un centre international de rencontres renommé.

IL MIO BELLO MONACO. RICORDI E TRADIZIONI

Articolo della Numero 28 - 2004 - IL MIO BELLO MONACO. RICORDI E TRADIZIONI

Immersione nel Monaco dalla fine del secolo XIX alla metà del XX. Quel articolo è la trascrizione inedita di parte di un manoscritto firmato da Louis Notari.

Testo in francese

 

IL MIO BELLO MONACO. RICORDI E TRADIZIONI - 2004

Louis NOTARI
Sommario

Plongée dans le Monaco de la fin du XIXe siècle à la moitié du XXe. Cet article est la transcription d’une partie du manuscrit de Louis Notari, qui n’a jamais été édité.

GEOGRAFIA FISICA DELL'ANFITEATRO MONEGASCO

Articolo della Numero 28 - 2004 - GEOGRAFIA FISICA DELL'ANFITEATRO MONEGASCO

La geografia e la geologia della regione di Monaco spiegano per parte la natura del popolamento della regione e l’originalità della sua storia.

 Testo in francese

GEOGRAFIA FISICA DELL'ANFITEATRO MONEGASCO - 2004

Jean-Baptiste ROBERT
Sommario

La géographie et la géologie de la région de Monaco expliquent en partie la nature du peuplement de la région et l’originalité de son histoire.

LUIGGIA-FELICITÀ-VITTORIA D’AUMONT, DUCHESSA DE MAZARIN (1759-1826). UNA BRILLANTE SCOMESSA PER MONACO

Articolo della Numero 28 - 2004 - LUIGGIA-FELICITÀ-VITTORIA D’AUMONT, DUCHESSA DE MAZARIN (1759-1826). UNA BRILLANTE SCOMESSA PER MONACO

Louise-Félicité-Victoire d’Aumont, duchessa de Mazarin, sposa il futuro principe Onorato IV il 15 luglio 1777, ma l’unione si conclude con un divorzio nel 1793. Perché ? Grazie a questo articolo, conosciamo meglio i motivi finanziari e familiari che spinsero a quel epilogo.

Testo in francese

LUIGGIA-FELICITÀ-VITTORIA D’AUMONT, DUCHESSA DE MAZARIN (1759-1826). UNA BRILLANTE SCOMESSA PER MONACO - 2004

Martine ROUSSEAU-CHATELAIN
Sommario

C’est le 15 juillet 1777 que Louise-Félicité-Victoire d’Aumont, duchesse de Mazarin, épouse le futur prince Honoré IV de Monaco. L’union se termine par un divorce en 1793, et le propos de l’article est de rendre compte des problèmes, tant financiers que familiaux, qui ont mené à ce résultat.

Chiudere il dettaglio

Numero 27 - 2003

Riassunto

Quel numero contiene degli articoli diversi : le fortificazioni di Monaco ; le monete con il ritratto di Santa Devota ; la costruzione di una casa chiamata “désert” sulla rocca, e desiderata dalla principessa Marie de Lorraine ; il destino della famiglia principesca durante la Rivoluzione francese ; il ruolo politico del principe Onorato V ; l’opera di Constant Roux, scultore alla corte del principe Alberto I.

Tutti i testi sono in francese.

Dettaglio
LA RAPPRESENTAZIONE ED IL SIGNIFICATO DI SANTA DEVOTA, SANTA PATRONA DI MONACO, SULLE MONETE DEL PRINCIPATO

Articolo della Numero 27 - 2003 - LA RAPPRESENTAZIONE ED IL SIGNIFICATO DI SANTA DEVOTA, SANTA PATRONA DI MONACO, SULLE MONETE DEL PRINCIPATO

Nel XVII, l’immagine di santa Devota, santa patrona del principato, si confonde facilmente colla statura politica del giovane principato. È la tesi dell’autore, che si basa sulle rappresentazioni del personnagio, dal secolo XVII al XX.

LA RAPPRESENTAZIONE ED IL SIGNIFICATO DI SANTA DEVOTA, SANTA PATRONA DI MONACO, SULLE MONETE DEL PRINCIPATO - 2003

Christian CHARLET
Sommario
LA FAMIGLIA PRINCIPESCA DI MONACO DURANTE LA RIVOLUZIONE FRANCESE

Articolo della Numero 27 - 2003 - LA FAMIGLIA PRINCIPESCA DI MONACO DURANTE LA RIVOLUZIONE FRANCESE

In quei momenti terribili, i diversi membri della famiglia Grimaldi reagiscono diversamente. Questo articolo studia ognuno di loro ; il principe Onorato III, la sua ex moglie Marie-Catherine de Brignole Sale, i loro due figli, le loro nuore e i loro nipoti. Ciascuno subisce più di quanto non partecipa alla Rivoluzione francese.

 Testo in francese

LA FAMIGLIA PRINCIPESCA DI MONACO DURANTE LA RIVOLUZIONE FRANCESE - 2003

Claude-Alice ENCENAS
Sommario
UN PRINCIPE IN POLITICA. ONORATO V DI MONACO, PARI DI FRANCIA, O LA REAZIONE NELLA MODERAZIONE (1814-1841)

Articolo della Numero 27 - 2003 - UN PRINCIPE IN POLITICA. ONORATO V DI MONACO, PARI DI FRANCIA, O LA REAZIONE NELLA MODERAZIONE (1814-1841)

Il lavoro compiuto dal principe Onorato V in Francia è poco conosciuto. Eppure è fondamentale per questo giovanotto che conosce il principato abbastanza tardi. Colpito dalla Rivoluzione francese, deve imparare a componere colle restaurazioni politiche successive e, nello stesso tempo, partecipare ai dibattiti della Repubblica. Ma ha sempre avuto in mente un obiettivo : la sua famiglia deve tornare alla dignità economica e sociale che aveva prima del 1793.

Testo in francese

UN PRINCIPE IN POLITICA. ONORATO V DI MONACO, PARI DI FRANCIA, O LA REAZIONE NELLA MODERAZIONE (1814-1841) - 2003

Thomas FOUILLERON
Sommario
IL "DÉSERT", PIED-À-TERRE DI MARIE DE LORRAINE SULLA « ROCCA »

Articolo della Numero 27 - 2003 - IL "DÉSERT", PIED-À-TERRE DI MARIE DE LORRAINE SULLA « ROCCA »

Il « Désert » e il suo grande giardino, era una dimora speciale sulla « Rocca ». Costruito nel 1718, parte sulla scuola attuale, e parte su certi edifici del governo, quel posto ha una storia speciale. Desiderato da una principessa fù, dopo il suo decesso, la residenza del primo governatore del principato, prima di diventare un casinò. Nel 1889 finalmente, sarà distrutto per diventare una scuola.

 Testo in francese

IL "DÉSERT", PIED-À-TERRE DI MARIE DE LORRAINE SULLA « ROCCA » - 2003

Thérèse GHIZZI/Robert FILLON
Sommario
CONSTANT ROUX (1865-1942), UN SCULTORE ALLA CORTE DEL PRINCIPE ALBERTO I DI MONACO

Articolo della Numero 27 - 2003 - CONSTANT ROUX (1865-1942), UN SCULTORE ALLA CORTE DEL PRINCIPE ALBERTO I DI MONACO

Di bassa estrazione sociale, nessuno poteva prevedere che Constant Roux sarebbe diventato il scultore più sollecitato della corte del principe Alberto I°. Ma lo diventa, e lavora contemporaneamente a Monaco ed a Pariggi, creando delle statue piccole o monumentali, ma anche dei ritratti ufficiali.

 Testo in francese

CONSTANT ROUX (1865-1942), UN SCULTORE ALLA CORTE DEL PRINCIPE ALBERTO I DI MONACO - 2003

Laurent NOET
Sommario
LE FORTIFICAZIONI DI MONACO. NUOVA DATAZIONE DOPO LA SCOPERTA DI F. RUBEUS, ARCHTETTO MILITARE PRESENTE A MONACO NEL SECOLO XVI

Articolo della Numero 27 - 2003 - LE FORTIFICAZIONI DI MONACO. NUOVA DATAZIONE DOPO LA SCOPERTA DI F. RUBEUS, ARCHTETTO MILITARE PRESENTE A MONACO NEL SECOLO XVI

Quel articolo dà alcune nuove informazioni sulle ricerche dello stesso autore, pubblicate negli Annales Monégasques n° 3, ed intitolate « Le Fortificazioni di Monaco ».

LE FORTIFICAZIONI DI MONACO. NUOVA DATAZIONE DOPO LA SCOPERTA DI F. RUBEUS, ARCHTETTO MILITARE PRESENTE A MONACO NEL SECOLO XVI - 2003

Claude PASSET
Sommario
IN MEMORIAM: PAULE DRUILHE-FAVRE

Articolo della Numero 27 - 2003 - IN MEMORIAM: PAULE DRUILHE-FAVRE

IN MEMORIAM: PAULE DRUILHE-FAVRE - 2003

Sommario
Chiudere il dettaglio

Numero 26 - 2002 (Versione cartacea esaurito)

Riassunto

Quel numero è intieramente dedicato alla principessa Grace, morta nel 1982.

 Tutti i testi sono in francese

Dettaglio
HOMMAGE TO HER SERENE HIGHNESS PRINCESS GRACE OF MONACO

Articolo della Numero 26 - 2002 - HOMMAGE TO HER SERENE HIGHNESS PRINCESS GRACE OF MONACO

This article refers to broad lines of Miss Grace Patricia Kelly’s life, who became Princess of Monaco by marrying Prince Rainier III. It also highlights the social and humanitarian actions that the princess carried out. (full text in English)

Scaricare Leggere

HOMMAGE TO HER SERENE HIGHNESS PRINCESS GRACE OF MONACO - 2002

Maryse BIANCHERI
Sommario
HER SERENE HIGHNESS PRINCESS GRACE OF MONACO (1956-1982)

Articolo della Numero 26 - 2002 - HER SERENE HIGHNESS PRINCESS GRACE OF MONACO (1956-1982)

This second article illustrates Princess Grace’s life thanks to some unpublished pictures, commented by quotes from the Journal de Monaco. (full text in English)

Scaricare Leggere

HER SERENE HIGHNESS PRINCESS GRACE OF MONACO (1956-1982) - 2002

Franck BIANCHERI/Régis LECUYER
Sommario
Chiudere il dettaglio